Avviso

Attuazione dell’art. 7, comma 3 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 63. Decreto Dipartimentale prot. 1795 del 18.11.2019. Indicazioni operative per l’avvio delle attività a.s. 2019/2020.

Con , nota n.    1668 del 27     maggio u.s, la Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione  e l’Orientamento  Scolastico- Ufficio  4, del  M.I, ha  reso  noto l’avvio delle attività di formazione in modalità e-learning, sul  tema  ausili/sussidi  didattici a partire dal 28 maggio 2020, in preparazione del prossimo bando 2019-2020_Ausili Didattici (attuazione ex art.7 co.3 D.lgs.63/2017).

Si trasmette la nota prot. n. 1668 del 27.05.2020 corredata dell'allegato 1 e 2.

 

Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e di FormazioneDirezione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolasticoUfficio quarto

Come noto con il D. Dip. 1795 del 18 novembre 2019 sono state date disposizioni in merito aicriteri e alle modalità per l'erogazione dei finanziamenti finalizzati all’acquisto di sussidi didattici (art.13, comma 1, lett. b) legge 104/92 per le Istituzioni scolastiche che accolgano alunne e alunni, studentesse e studenti con disabilità certificata ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104 per l’anno scolastico 2019/2020.

Il riparto dei fondi è stato effettuato a favore dei Centri Territoriali di Supporto (CTS), che sono annoverati fra le scuole con maggiore e consolidata esperienza nel campo, ai quali è stato erogato il 50% a titolo di acconto come stabilito nel D. Dip. 2096 del 3 dicembre 2019.

Nel merito, si espongono di seguito i tratti essenziali del decreto per l’a.s. 2019/20.

La procedura prevede, come già avvenuto per i due anni scolastici pregressi, che gli Uffici Scolastici Regionali (USR) emanino bandi finalizzati ad intercettare il fabbisogno di alunni e studentipresso le scuole; indi, la costituzione di apposite Commissioni di valutazione “composte da professionalità interne all’Amministrazione, cui partecipa anche un rappresentante dei Comuniindividuato dalle ANCI regionali, un rappresentante delle Province individuato dalle UPI regionali, un rappresentante della Regione, rappresentanze dei CTS-Centri territoriali di supporto e delle Scuolepolo per l’inclusione, rappresentanti delle Associazioni di persone con disabilità e dei loro familiari,nonché ulteriori professionalità esterne rinvenibili nei Gruppi di lavoro regionali e territoriali perl’inclusione, anche al fine di garantire il necessario raccordo con le Regioni e gli Enti locali”.

Le scuole inviano agli UU.SS.RR. i progetti e questi, attraverso le Commissioni, stilano apposite graduatorie che vengono quindi trasmesse ai CC.TT.SS.

La valutazione dovrà tener conto, fra l’altro, delle specifiche necessità territoriali, degli elementidesunti dalla ricognizione degli strumenti/ausili, già in dotazione dei CC.TT.SS. e delle Scuole poloper l’inclusione.

I Centri Territoriali di Supporto, a loro volta, sulla base delle graduatorie e, quindi, del fabbisogno individuato, predispongono i piani degli acquisti da effettuare, tenuto conto delle graduatorie provinciali, nonché di specifici piani delle attività relativi all’erogazione del servizio e degli accordi con ausilioteche, centri tiflologici e altri centri specializzati.

Non più del 30% della somma complessiva potrà essere destinato all’acquisizione di servizi finalizzati al miglior utilizzo dei sussidi in dotazione. Almeno il 70% della somma complessiva deve essere destinato ad acquisto e manutenzione.

Sono gli Uffici Scolastici Regionali a coordinare il servizio e a vigilare sull’attuazione.

Nell’ottica del razionale utilizzo delle risorse, con il Decreto Dipartimentale prot. 1352 del 5.12.2017 fu istituita l’”Anagrafe nazionale degli strumenti e degli ausili per la didattica degli alunni con disabilità”, finalizzata alla ricognizione delle dotazioni in possesso delle Istituzioni scolastiche nonché ai fabbisogni di adattamento e trasformazione degli stessi e consente la pubblicazione e la gestione dei bandi.

Le modalità di inserimento nel "Portale Anagrafe Nazionale degli Strumenti e degli Ausili Didattici" (in breve “Piattaforma Ausili didattici”) sono rimaste invariate rispetto alle precedenti edizioni.

Gli UU.SS.RR. potranno accedere al sistema e inserire la documentazione a corredo utilizzando leapposite funzioni di “Inserimento bando” definendo inoltre data e ora sia di pubblicazione che di termine per la presentazione dei progetti da parte degli Istituti scolastici.

Questa azione è propedeutica alla possibilità di inserimento di uno o più progetti da parte degli istituti scolastici, individuali e personalizzati, per la richiesta di ausili tecnici, sussidi didattici, e servizi collegati.

Per quanto riguarda l’inserimento dei progetti di acquisto, il sistema è stato aggiornato perrispondere allo schema previsto dalla nuova scheda progetto, più articolata e completa rispetto a quella presente nelle precedenti edizioni.

Per inserire un progetto di acquisto gli Istituti scolastici dovranno accedere al sistema dovevisualizzeranno solamente il/i bando/i emesso/i dall’Ufficio Scolastico Regionale competente territorialmente.

Individuando l’Avviso di interesse potranno iniziare la compilazione della nuova scheda progetto attraverso le funzioni di “Inserisci progetto”.

La scheda progetto è suddivisa in 8 sezioni e 4 sottosezioni, ognuna compilabile e salvabile separatamente secondo un percorso di navigazione guidato.

In qualunque momento la compilazione può essere interrotta senza la perdita delle informazioni inserite e confermate, per essere successivamente ripresa per essere modificata o completata.

 

L’ultima sezione “Invio del progetto” consente:

a) di verificare la completezza e la coerenza del progetto prima del suo invio per la richiesta del finanziamento scaricando un fac-simile della domanda in formato pdf (a solo scopo di controllo);

b) di confermare e inviare il progetto completato al sistema per essere sottoposto all’esame dellaCommissione esaminatrice.

Rispetto alle precedenti edizioni, e in linea con i principi di semplificazione amministrativa e di digitalizzazione, il processo di trasmissione è stato modificato e l’utilizzo della funzione di invio progetto sarà l’unica necessaria e sufficiente per sottoporre il progetto alla valutazione.

Ora, pertanto, dalla sezione “Invio progetto” con un solo click si conferma l’acquisizione dellascheda direttamente in formato digitale.

Nei prossimi mesi ulteriori aggiornamenti al sistema sono previsti a supporto dei nuovi processi di analisi e valutazione delle domande di finanziamento, della costituzione delle graduatorie di merito dei progetti, della valutazione dell’efficacia degli acquisti effettuati.

L’aggiornamento del manuale sarà presto disponibile direttamente sul sistema.

Per tutto quanto sopra, si invitano gli Uffici Scolastici Regionali ad avviare le procedure per i nuovi bandi, a.s. 2019/20 a partire dal 28 maggio 2020, ciò al fine di dare piena attuazione alle disposizioni di legge sul diritto allo studio di alunni e studenti con disabilità. È fatta comunque salva la possibilità di effettuare lo scorrimento delle graduatorie dei progetti già approvati per lo scorso a.s. 2018/19 sino al loro esaurimento.

In preparazione dell’uscita del terzo bando, questo Ufficio ha strutturato azioni e strumenti permigliorare il processo e facilitare l’azione di scuole, CC.TT.SS e UU.SS.RR nell’espletamento delleattività connesse alla realizzazione di progetti per l’individuazione, acquisto, consegna e utilizzo degliausili e sussidi didattici.

 

In particolare, a partire dal 28 maggio p.v. sarà possibile usufruire dei servizi presenti sulla Piattaforma “Anagrafe nazionale degli strumenti e degli ausili per la didattica degli alunni con disabilità” (ausilididattici.indire).

Al fine di migliorare le competenze di tutti i soggetti coinvolti in questo processo (DS, DSGA,referenti per l’inclusione, docenti di sostegno e curriculari) sono state predisposte due modalità di supporto alle azioni che ciascun attore è chiamato a svolgere:

1. Formazione in modalità e-Learning: tutto il personale scolastico in possesso di credenziali SIDI potrà accedere alla formazione online tramite la piattaforma dedicata (inclusione.indire).

Il percorso formativo è stato sviluppato su tre corsi:

Corso A “Introduzione alle tecnologie assistive”. Incentrato sui bisogni degli studenti tramite l’approfondimento di tematiche quali il ruolo del PEI su base ICF e l’individuazione delle miglioritecnologie assistive per i diversi quadri funzionali;

Corso B “I principi e gli strumenti per una partecipazione efficace al bando (ex art. 7 c.3 D.lgs. 63/2017)”. Utile a comprendere la procedura e le modalità di partecipazione al bando tramite la presentazione della Piattaforma Ausili didattici, gli strumenti operativi (es. scheda progetto) ed il processo attuativo.

Corso C “Criteri e indirizzi per un’individuazione appropriata delle tecnologie assistive”. Utilealla scelta dell’ausilio più appropriato e le modalità di utilizzo.

I corsi A e B sono propedeutici al fine di poter accedere ai contenuti del Corso C.

Il completamento dei corsi, pur non avendo natura obbligatoria, prevede il rilascio di un attestato e rappresentano una grande opportunità per far sì che le azioni intraprese con il D.lgs. 63/2017 siano di concreto supporto agli alunni e studenti destinatari e pertanto fortemente consigliati.

2. Supporto Operativo:

a partire dal 28 maggio sarà possibile usufruire, tramite la casella di postaausilididattici@istruzione.it, di un help desk che fornirà chiarimenti e attiverà una consulenza specialistica centralizzata laddove necessario, in tema di: utilizzo della Piattaforma Ausili didattici; individuazione dell’ausilio didattico più appropriato alle esigenze rilevate; quesiti di ambito giuridico amministrativo; procedure di acquisto dei sussidi didattici e ausili tecnici.

Nel ringraziare per la consueta e fattiva collaborazione si porgono cordiali saluti

Si allegano alla presente:

1) Schedaprogetto
2) Guidaallacompilazionedellaschedaprogetto

IL DIRIGENTE Dott.ssa Clelia Caiazza